Caffè: cialde, capsule o macinato?

Il caffè è una bevanda a cui è davvero difficile rinunciare, quindi è bene informarsi sulle modalità di preparazione che meglio si addicono alle proprie esigenze.
Attualmente il mercato offre numerose alternative capaci di mettere d’accordo proprio tutti, permettendo di bere a casa un caffè buono come quello del bar a qualsiasi ora.

I puristi dell’aroma intenso possono orientarsi sul caffè in grani o già macinato, che più di tutti conservano proprietà e profumi.
Se si punta al caffè in grani è necessario dotarsi di un apposito macinino o di una macchina da caffè automatica.
Il caffè macinato può essere inserito all’interno della classica moka oppure delle macchinette manuali o automatiche, le quali sono spesso dotate di cannulla montalatte per la preparazione del cappuccino.
In questi casi si ha inoltre la possibilità di scegliere la miscela preferita,ma bisogna pulire accuratamente gli apparecchi, poichè le polveri tendono ad infilarsi in ogni angolo e guarnizione,ricordandosi di non aggiungere all’acqua alcun tipo di detergente per non alterare gli aromi.
Inoltre gli apparecchi semiautomatici/automatici impiegano più tempo per la preparare il caffè e hanno dimensioni piuttosto ingombranti.

Coloro che amano la praticità possono invece orientare la propria scelta verso le cialde o le capsule, che già contengono la dose necessaria per la preparazione di una tazzina di caffè (circa 6 grammi).
Grazie a questo innovativo sistema è anche possibile preparare bevande alternative come the,tisane,cioccolata,latte macchiato o cappuccino.
Le cialde sono composte da cellulosa biodegradabile,mentre le capsule in plastica o alluminio.
E’ possibile acquistarle del marchio corrispondente alla macchina,ma dato il costo elevato è possibile sostituirle con quelle compatibili,acquistabili nei supermercati,online oppure nei negozi specializzati.
Bisogna però considerare un fattore importante,ossia che il caffè erogato dal sistema a capsule non sarà mai di qualità pari a quello proveniente dalle capsule o dalle polveri.
Le macchinette da caffè con questo funzionamento hanno dimensioni/costi contenuti e richiedono una manutenzione davvero semplice,basta infatti inserire un apposito decalcificatore liquido all’interno del serbatoio per l’acqua ogni 6 mesi circa.

I consumatori più indecisi potranno invece acquistare i modelli di macchinette plurifunzionali,ossia che preparano caffè e altre bevande mediante polveri macinate,capsule o cialde.
Rappresentano una grande comodità poichè permettono di variare il metodo di erogazione ogni volta che si desidera o in base al prodotto di cui si dispone al momento.
Questi apparecchi soddisfano le esigenze dei cultori del caffè tradizionale,ma anche quelle dei consumatori più moderni e amanti della praticità.